Vacanze erotiche per donne con i gigolò

Micaela ha raccontanto la sua vacanza in un posto dove molte donne erano accompagnate da bei fustoni gentili che servivano a destra e sinistra, facevano massaggi, portavano gli ombrelloni, ecc. Micaela solitamente quando va in vacanza ne approfitta per leggere un libro, ma questa vacanza l’ha sorpresa davvero a tal punto che non è riuscita a leggerlo. Decine di uomini neri in quella spiaggia si avvicinavano a michaela e ad altre donne europee che avevano più di 40 anni e non tutte proprio delle fighe, tra queste americane, inglesi, tedesche, ecc. Di maschi occidentali neanche l’ombra. Queste ragazze si facevano abbordare da questi maschioni, a differenza di michaela che invece andò in vacanza con un amica semplicemente per godersi il mare e non i gigolò e da quando rifiutò una proposta spregiudicata venne messa da parte insieme alla sua amica da tutti gli uomini che erano li presenti.

Fosse successo in italia michaela avrebbe mandato a fare in culo il proponente, ma in quel luogo rischiava di sembrare una razzista e lesbica. Questi luoghi sono delle mete sessuali per molte americane, infatti quando michaela disse ingenuamente ai suoi colleghi di lavoro che andava alle Barbados, tutti facevano un sorriso. In questi luoghi i gigolò diventano un pò una sorta di razzisti perchè se non si portano a letto qualcuna, la ignorano, non hanno nessun motivo di parlare con qualcuna non interessata ai loro servizi. Infatti questa vacanza è stata l’unica dove micaela non ha conosciuto nessuno. Intanto si vedevano madri e figlie che si facevano rimorchiare da un solo ragazzo, donne in carne che si portavano a letto dei figoni, mantenendoli durante il tempo di permanenza portandoli in hotel, a cena o in giro. Molte di queste donne si affezionano a questi gigolò a tal punto che ritornano a fare la vacanza. Questo fa capire che le donne non sono diverse dagli uomini, si danno da fare quando sono lontane da occhi indiscreti, purtroppo l’uomo italiano o meglio dire la famiglia italiana è ancora all’antica, quindi queste donne per dare il meglio di sè hanno bisogno di stare in posti dove non le conosce nessuno. Le donne in cerca di mete sessuali in genere sono dirette in Africa, America centrale e Asia.

Le donne grazie a questi uomini esotici o di colori tornano indietro negli anni ritrovando spensieratezza, gratificazione e furore testosteronico. Un uomo in media costa a queste donne 20-30 dollari l’ora. Alcune donne cercano solo sesso sfrenato senza sentimento, altre invece vogliono sentire il coinvolgimento. Molte prede di questi gigolò sono le donne uscite da un matrimonio. Solitamente queste donne sono timide, riservate, impacciate o non più giovanissime, questo perchè questo tipo di vacanza rende più semplice rapportarsi con un uomo. Queste donne non si fanno problemi a farsi un uomo di colore anche se a pagamento, questo perchè sanno che l’uomo nero lo fa comunque con piacere.

Il prezzo di un gigolò in genere segue questi tariffari in questi posti:

– un ora di sesso in giamaica costa dai 20 ai 30 dollari
– Una notte costa 150€ e comprende il sesso orale

Spesso le donne che si fanno prendere a livello emozionale vengono ricattate, o pagano altro denaro oppure vengono mollate, fino a quando non capiscono che si tratta di sesso senza amore. Dite che questo emanciparsi delle donne porti ad una parità dell’uomo?

Posted in Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.